40 STRANIERI IN 3 CASE, ABITAZIONI SOVRAFFOLLATE

SONO 40 VENDITORI ABUSIVI AMMASSATI IN PICCOLI SPAZI

Giacigli di fortuna realizzati anche su un terrazzo dove vivevano accampati al riparo di una tenda, numerosa la merce sequestrata

Costretti ad alternarsi nel riposo per la mancanza di posti letto, giacigli di fortuna realizzati su un terrazzino dove i materassi a terra erano riparati da una tenda e una situazione igienica disastrosa. Questo quello che i carabinieri di Rimini si sono trovati davanti durante l’ennesimo controllo per il contrasto del sovraffollamento abitativo. Il blitz è scattato all’alba di mercoledì e, oltre a 12 militari dell’Arma, ha cisto anche 4 ispettori dell’Ausl scendere in campo per i controlli sanitari e di igiene pubblica. A finire nel mirino dei carabinieri sono stati 3 appartamenti di Viserba, due in Via Giuba e uno in Viale San Salvador. All’interno di un’abitazione erano stati stipati 20 letti di fortuna e, in totale, sono stati 41 gli extracomunitari, tutti di origine bengalese, indetificati dai militari dell’Arma.

controlli-carabinieri-appartamenti-sovraffollamento-7-2

Al termine dei controlli, gli appartamenti sono stati dichiarati abitabili ma carenti sotto il profilo igienico-sanitario e, per i proprietari, sono scattate  25 sanzioni amministrative in relazione all’ordinanza del Comune di Rimini per la prevenzione delle condizioni di sovraffollamento abitativo, per un totale di 1250 euro. Nell’edificio viale San Salvador, nel terrazzo condominiale, i militari hanno rinvenuto e sequestrato materiale riproducente vari marchi contraffatti, destinato alla vendita, in particolare 50 borse, 40 portafogli e  50 paia di occhiali da sole. I carabinieri hanno anche approfondito il controllo sui proprietari ed affittuari degli immobili. Il personale dell’Ausl provvederà nei prossimi giorni a richiedere l’emissione di un’ordinanza dirigenziale di sgombero e ripristino del numero legale di residenti previsto ai competenti uffici comunali.

Facebook Comments
Loading...