Ancona, veglia per ore il cadavere della mamma. Il suo racconto sconvolge la Polizia

Una donna di 73 anni è stata trovata morta nella sua abitazione e poco dopo i Carabinieri hanno arrestato per omicidio il figlio della donna, G.B., 45 anni.

Ancona: donna trovata morta, il figlio confessa l’omicidio

Dramma famigliare con finale tragico a Senigallia, in provincia di Ancona. Una donna di 73 anni è stata trovata morta nella sua abitazione e poco dopo i Carabinieri hanno rintracciato e arrestato per omicidio il figlio della donna, G.B., 45 anni. Ad avvisare i militari proprio la moglie dell’uomo che lo aveva visto in evidente stato confusionale e aveva intuito quello che era successo. In base alle prime ricostruzioni l’uomo avrebbe ucciso l’anziana madre per motivi ancora da comprendere. Poi in preda ad una sorta di stato di choc sarebbe rimasto vicino a lei per ore a vegliare il cadavere. Solo in tarda serata la chiamata della moglie ai Carabinieri e il ritrovamento del corpo nell’abitazione di via Brandani, una traversa della statale Adriatica 16 nella zona della Cesanella.

Il cadavere della donna era riverso a terra nella cucina e presentava evidenti e profonde ferite alla testa segno inequivocabile di una morte violenta arrivata per mano del figlio forse al culmine di una lite. Il 45enne, commerciante noto per avere un negozio nel centro di Senigallia, secondo alcune indiscrezioni investigative avrebbe confessato dopo alcune ore di interrogatorio l’omicidio, ma non avrebbe ancora chiarito il movente del folle gesto.

Sempre ieri in serata c’era stato un altro fatto simile a Rossano Calabro, in provincia di Cosenza. Qui il giovane Alessandro Manzi, di 26 anni, ha imbracciato un fucile regolarmente detenuto per scaricare diversi colpi contro il padre 50enne, Mario Manzi.

Facebook Comments