CONTROINDICAZIONI, ASSUMI ASPIRINA? SPUNTA LO STUDIO CHE TERRORIZZA: IL (grave) EFFETTO COLLATERALE FINO AD OGGI SCONOSCIUTO

Aspirina, per gli over 75 anni gravi rischi di emorragia: lo studio dell’Università di Oxford

L’aspirina assunta costantemente anche per un breve periodo può causare emorragie interne e altre complicazioni.

È quanto risulta da uno studio condotto dall’università di Oxford e pubblicato  Lancet sugli effetti collaterali legati all’assunzione di questo farmaco sui pazienti di età superiore ai 75 anni. Effetti collaterali superiori a quanto si potesse immaginare.

In questa fascia di età il numero di persone che assumono l’Aspirina o la Cardioaspirina quotidianamente è decisamente elevato, perché aiuta a prevenire fino al 25% il rischio di infarto del miocardio o degli incidenti cerebrovascolari.

Infatti, una delle proprietà dell’Aspirina è quella di essere un ottimo antiaggregante, di conseguenza impedisce l’aggregamento piastrinico e può essere causa di emorragie esterne e interne.

“La severità delle emorragie e la mortalità aumentano con l’età”, spiegano i ricercatori di Oxford. Sembra, infatti, che il tasso di complicazioni sui pazienti molto anziani non sia stato inizialmente considerato perché pare che i test siano stati effettuati su pazienti più giovani.

Gli studiosi hanno però formulato un trattamento, detto pompa protonica, in grado di diminuire il rischio di emorragie digestive legate all’acido acetilsalicilico con un’efficacia tra il 70 e il 90%.

Facebook Comments