DIABETE, COLESTEROLO E PROPRIETÀ ANTITUMORALI: TUTTI I BENEFICI DEGLI ASPARAGI

Loading...

Il suo nome deriva dal greco, aspharagos, e significa germoglio. Ne esistono circa 300 specie diverse in tutto il mondo. E’ disponibile in tre colori: bianco, verde e viola.

Stiamo parlando dell’asparago. Quello bianco germoglia interamente sotto terra (e quindi in assenza di luce) ed ha un sapore delicato; quello violetto è in realtà un asparago bianco che riesce a fuoriuscire dal suo sito e, vedendo la luce, quindi a sua volta attuando la fotosintesi, acquista un colore lilla abbastanza uniforme; quello verde germoglia alla luce del sole come quello violetto, ha però un sapore marcato e il suo germoglio possiede un gusto dolciastro.

Loading...

È il solo asparago che non ha bisogno di essere pelato. L’asparago è una fonte ricca di nutrienti, vitamine, minerali e proteine ​​essenziali. E’ ricco di vitamina A, vitamina B1 (tiamina), vitamina B2 (riboflavina), vitamina B3 (niacina), vitamina B5 (acido pantotenico), vitamina B6, acido folico, vitamina C, vitamina E (alfa-tocoferolo) e vitamina K (fillochinone).

Tra i minerali contiene ferro, calcio, fosforo, magnesio, manganese, zinco, selenio, e potassio. Poche calorie e basso contenuto di sodio, oltre all’alto contenuto di fibre, lo rendono perfetto per chi vuole tenere il colesterolo e il peso sotto controllo. Scopriamo insieme le proprietà benefiche degli asparagi.

1 – Proprietà antitumorali. Gli asparagi, prevalentemente quelli selvatici, contengono una certa varietà di fitonutrienti chiamati saponine.

Diverse ricerche hanno dimostrato che le saponine ottenute dagli asparagi possiedono proprietà anti-infiammatorie e anti-cancro.

Oltre all’efficienza chemio-preventiva, gli asparagi aiutano ad elevare i livelli di glutatione, un antiossidante e disintossicante che svolte un ruolo importante nel processo di invecchiamento e aiuta nella prevenzione di molte malattie, come Hiv, fibrosi cistica, morbo di Alzheimer, anemia, cancro, diabete e vari disturbi cardiaci.

2 – Omocisteina. L’abbondanza di vitamina B contenuta negli asparagi aiuta a mantenere sani i livelli di omocisteina, un aminoacido essenziale. L’acido folio in particolare è essenziale per la conversione dell’omocisteina in cisteina, che poi viene riconvertita in metionina secondo il normale ciclo di metilazione.

Livelli elevati di omocisteina possono rappresentare una minaccia per malattie come danneggiamento dei vasi sanguigni, trombosi venosa e aterosclerosi. La vitamina B aiuta inoltre a metabolizzare gli amidi e gli zuccheri. 

3 – Gravidanza. L’alto contenuto di folati è utile per ridurre i difetti alla nascita e per evitare un peso troppo basso alla nascita. I folati sono inoltre essenziali per la crescita neuronale del feto e aiutano a ridurre complicazioni come edema o ritenzione di acqua nei tessuti grazie al suo effetto diuretico.

4 – Sindrome premestruale. Gli estratti di asparagi possono essere efficaci pre alleviare il gonfiore premestruale. I nutrienti essenziali aiutano a combattere la depressione e la fatica, riducendo inoltre i crampi. Gli asparagi aiuterebbero a regolare la perdita di sangue e mantenere l’equilibrio ormonale durante il ciclo.  

5 – Fertilità. L’asparago aiuta a neutralizzare i materiali di scarto presenti nel sangue attraverso i reni, rivitalizzando gli organi riproduttivi poiché contiene betacarotene, vitamina B, C ed E ( E amica della fertilità per la donna), iodio, potassio e zinco.

6 – Apparato digerente. L’asparago contiene quantità significative di inulina, un tipo di carboidrato complesso che è comunemente noto come prebiotico. Aiuta a migliorare l’assorbimento delle sostanze nutritive e la riduzione del rischio di cancro allo stomaco e di allergie.

Fornendo fibre alimentari, l’asparago ha proprietà lassative che aiutano il buon funzionamento delle viscere, tenendo a bada gonfiore e costipazione. Le fibre aiutano anche a ridurre i livelli di colesterolo nel corpo, la diarrea, la dissenteria e il bruciore di stomaco.

7 – Diabete. I nutrienti anti-infiammatori presenti negli asparagi aiutano a ridurre il rischio di disturbi di salute cronici, tra cui il diabete di tipo 2. Questo effetto benefico è attribuito anche alla presenza del cromo minerale, che svolge un ruolo fondamentale nella regolazione dei livelli di zucchero nel sangue del corpo. 

8 – Postumi della sbornia. L’estratto di asparago contiene aminoacidi essenziali che possono rivelarsi efficaci nel curare i postumi di una sbornia. Diversi studi hanno dimostrato che le foglie e i germogli degli asparagi contengono buona quantità di contenuto minerale inorganico, che aiuta anche nella protezione delle cellule del fegato dagli effetti tossici dell’alcol.

9 – Cataratta. L’asparago è una fonte di vitamina A, che è essenziale per una buona visione. A causa della presenza di antiossidanti, aiuta a difendere la retina dai danni causati dai radicali liberi.

La presenza del glutatione negli asparagi aiuta anche a ridurre il rischio di malattie oculari come la cataratta e la cecità notturna. 

10 – Reumatismi. L’artrite reumatoide è una condizione cronica che causa l’infiammazione delle articolazioni. Diversi studi hanno dimostrato che il consumo di alimenti ricchi di folato come gli asparagi, che possiedono anche proprietà anti-infiammatorie, può aiutare ad alleviare il dolore e facilitare il funzionamento del corpo.

11 – Rutina. L’asparago è anche una ricca fonte di rutina, un flavonoide che possiede proprietà anti-infiammatorie e viene usato per trattare le emorroidi e prevenire la coagulazione del sangue. Migliora anche la permeabilità dei capillari, rafforza i vasi sanguigni e li protegge dal diventare fragili.

La rutina impedisce anche l’indurimento delle arterie, riducendo la viscosità del sangue e aiutando ad alleviare l’ipertensione, a ridurre il colesterolo e mantenere la salute cardiovascolare. 

12 – Colesterolo. Diversi studi hanno dimostrato che la ricchezza di antiossidanti negli asparagi possono incidere contro lo stress ossidativo, insieme ad altri disturbi come l’iperlipidemia e ipercolesterolemia.

Queste malattie indicano la presenza di alto contenuto di colesterolo e grassi e nel corpo, che possono portare a malattie cardiovascolari e aterosclerosi. 

Suggerimenti e controindicazioni.  

Durante la gravidanza e l’allattamento, di solito è considerato sicuro a consumare una quantità normale di asparagi, senza esagerare.  Calcoli renali. Gli asparagi contengono purine. Queste non sono consigliate per le persone che soffrono di complicazioni come gotta o calcoli renali.

Facebook Comments