FALLIMENTO EURO: cechi, polacchi e svedesi contro l’adozione della MONETA UNICA

NO EURO
LA MONETA DEL MORTADELLA CHE TANTI DANNI HA FATTO AL NOSTRO PAESE… MA ALL’ESTERO?

Una fetta consistente degli europei che in futuro dovranno adottare la moneta unica non sono affatto ansiosi di entrare nell’Eurozona, anzi. I più contrari sono i cechi (70%), seguiti da svedesi (66%) e polacchi (53%), mentre la maggioranza di romeni (68%), ungheresi (60%), bulgari (55%) e croati (53%) sono invece a favore della nuova moneta.

A disegnare questo quadro è l’ultima indagine di Eurobarometro condotta dal 20 al 22 aprile nei sette Paesi Ue che hanno ancora la propria valuta e non hanno una clausola di ‘opt-out’ come Danimarca e Gran Bretagna. Secondo l’indagine, l’euro avrebbe effetti positivi per il proprio Paese per oltre la metà degli intervistati in Romania (54%) e il 50% in Ungheria, contro un 40% in Bulgaria, il 39% in Polonia, il 38% in Svezia e appena il 26% nella Repubblica Ceca.

La convinzione più diffusa è che il proprio Paese non sia ancora pronto ad adottare la moneta unica (79%), con una forchetta che varia dal 69% in Romania, fino al 76% in Svezia fino ai più recalcitranti in assoluto (86%), in Polonia.

In tutti e sette i Paesi comunque la stragrande maggioranza degli intervistati (81%) è convinta che sarà comunque capace di adattarsi in futuro all’euro come nuova moneta. (ANSA)

Facebook Comments