ECCO L’INCHIESTA CHE FA TREMARE MATTEO RENZI

Matteo Renzi ha già molto a cui pensare in un periodo in cui si parla di scissione all’interno del suo partito. Ma deve riflettere anche sul fronte interno che in questo caso è da intendersi come lato famigliare.

Infatti suo padre, Tiziano Renzi, è stato iscritto nel registro degli indagati della Procura di Roma per il reato di traffico di influenze illecite (articolo 346 bis del codice penale). Il padre dell’ex premier ha parlato a Repubblica: “Confermo di aver ricevuto questa mattina l’avviso di garanzia per un reato, ammetto l’ignoranza, di cui non conoscevo neanche l’esistenza e che comunque non ho commesso, essendo la mia condotta assolutamente trasparente come i magistrati, cui va tutto il mio rispetto, potranno verificare. I miei nipoti sono già passati attraverso una vicenda simile tre anni fa e devono sapere che il loro nonno è una persona per bene. Il mio unico pensiero, in queste ore, è per loro”.

Loading...

Secondo l’accusa Tiziano Renzi avrebbe sostanzialmente svolto attività di ‘facilitazione’ consentendo col suo comportamento l’aggiudicazione di una parte consistente degli appalti oggetto del filone principale dell’inchiesta napoletana, quella per corruzione sugli appalti ‘Consip’ (la società per azioni del ministero dell’Economia incaricata dell’acquisto di beni e servizi delle amministrazioni pubbliche).

Facebook Comments
Loading...